Annunci di Lavoro

La Slitta nello Sport

Le Gare di Bob, Skeleton e Slittino

Dalla slitta deriva il bob, sport moderno che vede gareggiare dai due ai quattro atleti, tutti obbligatoriamente muniti di casco protettivo, su degli slittini certo non facili da guidare che richiedono oltre a molto coraggio anche una notevole forza fisica (in acciaio, pesano 400 chilogrammi se praticati a due oppure circa 600 chilogrammi se prevedono la partecipazione di quattro atleti).

Il bob si pratica generalmente su piste artificiali in cui è facile raggiungere la velocità di cento o centoventi chilometri orari con curve sopraelevate che costringono gli atleti a esibizioni incredibili; è sport olimpico a partire dal 1924 quando alla vigilia dei primi giochi olimpici invernali diede vita alla Fédération Internationale de Bobsleigh et de Tobogganing (FIBT).

La slitta è inoltre progenitrice di un altro particolare sport, ossia lo skeleton in cui gli atleti si sdraiano su una slitta con due lunghi pattini di acciaio che riescono a guidare con il solo spostamento del corpo su di essa.

Le gare si svolgono su piste di ghiaccio in discesa (pendenti circa del 10%) con una slitta non più pesante di 30 chilogrammi per le donne e 33 chilogrammi per gli uomini; le sue origini risalgono a fine Ottocento e la prima apparizione dello skeleton risale al 1928.

Lo slittino, invece, il cui peso deve oscillare tra i 20 e i 25 chilogrammi massimi, prevede una partenza da seduti e uno spostamento alla posizione distesa sulla slitta durante la discesa; per dare una spinta adeguata è necessario muovere oltre alle mani e alle braccia anche i piedi sulla parte mobile dello slittino permettendo in tal modo una curva più efficace.

La prima gara risale al XIX secolo mentre alle olimpiadi invernali apparvero più tardi nel 1964.